Ogni Vendita in Kartra Una Fattura Automatica In Fatture in Cloud

Ogni Vendita in Kartra Una Fattura Automatica In Fatture in Cloud

Ogni Vendita in Kartra Una Fattura Automatica In Fatture in Cloud

Rendi l’amministrazione automatica senza errori e senza stress, ma solo se segui le mie indicazioni per creare fatture automatiche.

Si perché ho creato un modo che personalmente mi fa risparmiare in media 5 ore a settimana e che mi evita una serie di attività che io potrei tranquillamente fare o delegare, ma ho deciso di non fare più.

Di cosa parlo? Parlo di una delle attività più noiose che esistano.

Input dati, controllo informazioni e creazione documenti amministrativi creazione di fatture automatiche.

Mamma… Aspetta… Mi viene il voltastomaco solo a pensare di farlo ancora.

Se usi Kartra sai quanto sia noioso per ogni vendita che effettui, dover fare copia e incolla dalla scheda cliente di Kartra dentro Fatture in cloud.

Certo niente di tragico, ma noioso e spesso quando facciamo azioni noiose, è lì che commettiamo errori.

Questo è il problema che ho vissuto io per i primi due anni di uso di Kartra e che mi ha spinto a creare KFiC il programma che collega Kartra a Fatture in Cloud.

Perché Fatture in Cloud e non altri?

Perché Fatture in Cloud per me è il miglior software di gestione amministrativa. Da quando lo uso ho migliorato l’andamento della mia attività perché nella sua semplicità d’uso si dimostra comunque molto completo.

Però non esisteva nessun programma o trucco o magia che trasportasse le informazioni dei miei clienti da Kartra a Fatture in Cloud. 

Vero è che Kartra anche per ogni vendita crea una fattura automatica, anzi una Invoice, visto che è un programma americano, ma non vanno bene per la nostra amministrazione italiana. Non sono fatture elettroniche come servono a noi.

Sai che ho fatto?

L’ho creato!

Ho creato KFiC che poi è l’acronimo di:

  • K=Kartra
  • F=Fatture
  • i=in
  • C=Cloud

Uno strumento semplice e comodo che in pochi passi per ogni vendita o transazione che ricevi su kartra crea un documento di vendita in fatture in cloud.

Si certo nulla può sostituire l’essere umano quando parliamo di relazione con i clienti

Per cui capita anche a me e a tutt’oggi che debba intervenire nel processo di creazione dei documenti, ma questo avviene solo quando Fatture in Cloud mi segnala un errore.

Ti faccio un esempio: metti che faccia una vendita e incassi il pagamento, in automatico kartra invia un segnale a KFiC che a sua volta traduce i dati per renderli comprensibili da Fatture in cloud.

Io a fine serata o una volta ogni tanto, diciamo un giorno a settimana entro in fatture in cloud e confermo i documenti e li spedisco.

Ma se il cliente sbaglia a scrivere il suo codice fiscale o la sua partita iva, solo in quel caso io devo ricontattarlo e chiederli di verificare i dati.

Io mediamente creo 50/75 fatture al mese e questo capita oggi una volta ogni due mese, di solito per i clienti nuovi o quelli poco attenti.

Prima di KFiC diciamo che capitava 2 o 3 volte a settimana.

Pensando al cambiamento nel mio lavoro

Direi che ci sto guadagnando davvero tanto di più.

Meno stress, meno noia, più tempo a disposizione per attività produttive, meno errori, più servizio al cliente.

Hai presente quando fai un acquisto e senza che chiedi nulla ti arriva la fattura entro poche ore?

Che pensi?

Che impressione ti da?

A me di un’organizzazione ben avviata e affidabile.

Sono dettagli lo so, ma io ne vado matti dei dettagli che mi fanno sentire più sicuro di me.

Come quando ti vesti bene e ti guardi allo specchio e pensi: “dovrei vestirmi sempre così”.

Poi non lo fai perchè ti piaci ma sai che non è comodo o funzionale vestirsi sempre come quando vai alla comunione di tuo nipote, ma KFiC è il dettaglio che cambia in meglio la percezione di te stessa/o e del modo con cui ti presenti al mondo esterno.

Non dico che KFiC è obbligatorio, ma dico che KFiC cambia in meglio il lavoro di chi lo usa.

Poi chiaro se tu sei una di quelle persone che preferisce per ogni vendita che sia da €1000 euro o da €1 estrarre i dati dei clienti, stampare i fogli copiare i dati in fatture in cloud, creare l’ordine di vendita, verificare se il cliente esiste o meno, salvare i dati e l’ordine di vendita, inserire se pagato o meno, come è stato pagato, poi controllare se hai tutte le informazioni di nuovo compreso, PEC o SDI e trasformare tutto in Fattura elettronica e solo ora verificare i dati e inviare il documento al suo cassetto fiscale e come pdf alla sua email…

Bhe si lo capisco… come rinunciare a questi momenti di puro godimento.

Io sono di quelle persone che invece preferisce usare il tempo e il denaro per creare altro tempo e altro denaro. 

La soluzione per evitare di trovarsi incastrati in attività ridondanti e poco qualificate c’è ed è quella di iniziare a provare KFiC.

Si perché se non credi alle mie parole, credi alle tue sensazioni. 

KFiC lo puoi provare in autonomia dalla pagina seguente:

https://www.kfic.it/

E per 30 giorni e fino a 5 documenti creati hai modo di fare tutti i test che desideri e se lo desideri puoi chiedere a KFiC stessa di configurare l’integrazione tra il tuo Kartra e Fatture in Cloud.

Che altro dire?

Prima inizi prima ti liberi della noia dell’amministrazione

Io sono Stefano Benvenuti e sono un Kartra Expert e Affiliato Kartra, se vuoi realizzare il tuo progetto digitale visita il sito www.stefanobenvenuti.com e contattami.

Crea il tuo account Kartra passando dal mio link per avere il mio supporto, paghi 1$ e provi il programma per 14 giorni.

https://simsol.krtra.com/t/xybNkuOFiXZa

Se vuoi avere aiuto nel farlo, contattami su stefanobenvenuti.com o cercami su Facebook nella pagina kartra-italia

La pagina da cui scaricare la guida per creare contenuti che convertono:
https://www.stefanobenvenuti.com/contenuti

Dove accedere al corso di Kartra Italiano:
https://www.stefanobenvenuti.com/home

Il gruppo su Facebook dove do assistenza a chi vuole supporto su Kartra
https://www.facebook.com/groups/gruppokartraitalia

Se crei in modo costante contenuti e vuoi automatizzarne la conversione, posso aiutarti utilizzando Kartra, il programma di Marketing Automation che uso io per primo.

Contattami al sito stefanobenvenuti.com per capire come iniziare ad usare Kartra nel tuo lavoro

Ciao e a presto!

4 Modi per farti pagare in automatico

4 Modi per farti pagare in automatico

4 Modi per farti pagare in automatico

4 Modi per farti pagare in automatico

Se vuoi conoscere come migliorare le tue entrate automatiche o come avere la sicurezza dell’incasso quando vendi i tuoi servizi o prodotti, bene questo è l’articolo che devi leggere. Ti descrivo i 4 modi con cui Kartra ti permette di ricevere denaro.

Ti è mai capitato di non ricevere un pagamento per un servizio o un prodotto venduto? Hai mai avuto difficoltà a ricevere un saldo? Se sei della famiglia allora spero di esserti utile davvero nelle prossime righe.

È capitato anche a te di rincorrere un cliente per ricevere un pagamento dovuto. 

Oppure il tuo problema al momento è che vuoi creare una entrata passiva ed ora con uno strumento come kartra è alla tua portata in pochi click.

Parlare di ecommerce o vendite online, spesso viene associato solo a realtà commerciali strutturate, mentre in realtà anche un singolo professionista può creare i propri automatismi per essere pagato in anticipo o con regolarità, fino a creare il proprio sistema di entrate passive.

Le entrate passive sono una potenza. Ti permettono di ricevere dei pagamenti regolari e ripetuti nel tempo a fronte di un servizio che eroghi con regolarità. Se cerchi una fonte per trovare spunti al riguardo ti consiglio di leggere “cliente automatico” di Jon Warrillow che descrive con dettaglio tanti metodi in cui professionisti singoli ma anche aziende delle più disparate tipologie hanno creato il proprio sistema di entrate passive usando pagamenti ripetuti con abbonamento.

Bene questo tipo di pagamenti è il fiore all’occhiello di Kartra.

Io lo amo anche per questo. Ma non è il solo.

Si perché io pagamenti che puoi ottenere con Kartra sono di 4 tipi:

  • Una tantum
  • In Abbonamento
  • Rateizzato
  • L’Abbonamento Rateizzato

E sono tutti utili, te l’assicuro.

Per spiegarteli provo a farti qualche esempio.

Una Tantum

Il primo Una Tantum, è di certo semplice da capire, vendi un servizio o prodotto e vieni pagato prima di erogare il servizio o di spedire il prodotto. Questa tipologia anche se conosciuta e semplice è quella che evita più problemi di tutti. Ti permette di iniziare a lavorare o di consegnare un prodotto solo dopo la certezza dell’incasso. 

In molte realtà commerciali soprattutto nella vendita tra aziende, il cosiddetto BtoB non è molto usato, perché si offrono sempre pagamenti a 30 giorni o alla consegna nel migliore dei casi. Ma nella vendita diretta, la cosiddetta BtoC è la norma. 

Prova a mangiare ad un ristorante ed uscire dicendo che pagherai a fine mese, o andare in un centro commerciale a fare shopping chiedendo di pagare con bonifico a 60 giorni.

Per questo il pagamento Una Tantum è primo è più importante metodo di pagamento che devi avere a disposizione.

L’Abbonamento

Il secondo è l’Abbonamento, cioè la modalità di pagamento per cui vieni pagato con una ciclicità costante, che sia mensile, bimestrale, settimanale o annuale, ma fissa. Questa modalità è comoda in tutte quelle realtà in cui vuoi erogare un servizio costante e non doverti preoccupare di essere pagato per i tuoi servizi. 

Molti professionisti creano accademie o gruppi ristretti o club di clienti a cui offrono trattamenti riservati con un forte valore aggiunto. Bene con modalità di ricezione pagamenti in abbonamento si scolla la manualità del pagamento e dell’incasso dall’essere umano e la si delega ad un programma. Kartra appunto.

Rateizzato

Il terzo modo con cui si può essere pagati in Kartra è Rateizzato, cioè quando offri al tuoi cliente la possibilità di acquistare i tuoi prodotti o servizi pagandoli in più tranche. Ma e qui viene il bello, legando il pagamento ad una carta di credito, dove anche il cliente non deve preoccuparsi di ricordare quando scade la tranche successiva, ma è kartra che allo scadere del periodo definito nella vendita del servizio o prodotto farà transare il pagamento dalla carta di credito del cliente al tuo conto bancario.

L’Abbonamento Rateizzato

Il quarto metodo di pagamento è il meno comune che io abbia mai visto, ma ammetto che ha senso in quelle realtà che prevedono un pagamento ripetuto nel tempo ma con una cifra non di basso valore o legata a stagionalità. Parlo dell’abbonamento rateale. Cioè un pagamento avviene ciclicamente una volta l’anno ma in due o tre tranche. O anche di più se si desidera. 

L’applicazione può essere differente, da un servizio di manutenzione ad un assicuratore. 

In tutti e quattro i metodi di pagamento il limite è la fantasia.

Per cui quel è il tuo metodo preferito?

Quel è il progetto per cui vuoi testare un metodo o più metodi di pagamento?

Parliamone durante la sfida per Triplicare Te Stesso

Ti invito a partecipare

Io sono Stefano Benvenuti e sono un Kartra Expert e Affiliato Kartra, se vuoi realizzare il tuo progetto digitale visita il sito www.stefanobenvenuti.com e contattami.

Crea il tuo account Kartra passando dal mio link per avere il mio supporto, paghi 1$ e provi il programma per 14 giorni.

https://simsol.krtra.com/t/xybNkuOFiXZa

Se vuoi avere aiuto nel farlo, contattami su stefanobenvenuti.com o cercami su Facebook nella pagina kartra-italia

La pagina da cui scaricare la guida per creare contenuti che convertono:
https://www.stefanobenvenuti.com/contenuti

Dove accedere al corso di Kartra Italiano:
https://www.stefanobenvenuti.com/home

Il gruppo su Facebook dove do assistenza a chi vuole supporto su Kartra
https://www.facebook.com/groups/gruppokartraitalia

Se crei in modo costante contenuti e vuoi automatizzarne la conversione, posso aiutarti utilizzando Kartra, il programma di Marketing Automation che uso io per primo.

Contattami al sito stefanobenvenuti.com per capire come iniziare ad usare Kartra nel tuo lavoro

Ciao e a presto!

Funnel per Coach e Formatore: Tony Rey

Funnel per Coach e Formatore: Tony Rey

Funnel per Coach e Formatore: Tony Rey

Se sei un formatore o un coach che cerca informazioni su come creare un funnel per automatizzare il proprio lavoro, l’esperienza di Tony Rey di certo sarà illuminante.

Tony è un professionista che si è occupato e si occupa per molto tempo di intrattenimento e di eventi e nel 2021 ha iniziato a realizzare i suoi progetti per dare supporto a chi abbia bisogno di modificare la propria carriera lavorativa.

Con il progetto crescentemente, Tony ha creato un percorso per prendere consapevolezza e per usare al meglio le proprie doti per vivere una vita migliore.

Quando iniziano i problemi

Per quanto riguarda i contenuti e la strategia, nulla da dire, ma i problemi sono iniziati quando dalla teoria si è voluti passare alla pratica:

  • Come automatizzare le email per informare i contatti?
  • Come creare una lista contatti?
  • Come portare un contatto ad acquistare il corso?
  • Come posizionarsi nella mente dei contatti come la persona giusta per risolvere i problemi?

In questo caso anche un grande professionista rischia di non raggiungere mezzo risultato se non organizza al meglio i propri asset. 

Magari sei tra le persone che pensano che sia sufficiente inviare delle email e se c’è la qualità il pubblico se ne accorge.  Non è così! 

Oggi la merce più rara e preziosa, soprattutto online è l’attenzione.

Attrarre e mantenere l’attenzione del proprio pubblico è difficile e faticoso.

Di semplice non c’è nulla.

Gli scenari che Tony aveva erano due, fare da solo , dato che già conosceva Kartra, aveva iniziato a metterci le mani e aveva iniziato a prendere confidenza con lo strumento. O in alternativa poteva chiedere aiuto. Per mia fortuna e con grande piacere Tony Rey ha preferito farsi aiutare da me nel realizzare il suo funnel per formatore e coach.

Qui sotto aggiungo la sintesi dell’immagine del funnel creato per Tony dove vedi nel dettaglio tutti gli asset che Tony ha creato e che ha allineato per raggiungere il suo scopo.

funnel per coach e formatore

Cosa significa quello che vedi

Come puoi vedere la soluzione è stata quella di dividere il processo in più fasi. Tutto parte dall’acquisizione dei lead per arrivare all’offerta di una call.

Se la call avviene il flusso procede verso l’acquisto di una consulenza più personalizzata e approfondita con un bonus, nel caso la call non avviene il lead è inserito in una sequenza di nutrimento verso l’acquisto della consulenza ma senza bonus.

In caso positivo il lead viene inserito in base alle preferenze nate durante la consulenza verso un percorso vi video corso formativo o verso un percorso trimestrale in cui sarà seguito personalmente.

Nel caso in cui il lead non acquista è comunque seguito per inserirlo nelle varie sequenze che gli propongono di acquistare uno dei servizi che Tony ha ideato e prodotto.

La cosa importante 

La cosa importante nella creazione dei un funnel per un formatore o un coach come tony è quella di dividere il viaggio che porta ogni lead fino all’acquisto di un servizio o prodotto in sotto strategie affinché ogni step possa essere ottimizzato e migliorato separatamente.

Tutto parte da una analisi iniziale che deve essere chiara e condivisa. 

Anche se gli asset sono simili tra formatore e formatore o tra coach e coach, ognuno ha un processo derivato dall’entità dei propri contenuti o dalla relazione che vuole creare con i propri lead che rende unico il proprio funnel e senza un’analisi iniziale si rischia di fare copia e incolla tra un coach e l’altro.

Cosa che con Tony non è avvenuta.

Se vuoi anche tu comprendere come creare il tuo funnel per automatizzare il tuo lavoro e triplicare i tuoi risultati, partecipa al webinar gratuito RISULTATI X3, di martedì 31 maggio alle 11.00.

Io sono Stefano Benvenuti e sono un Kartra Expert e Affiliato Kartra, se vuoi realizzare il tuo progetto digitale visita il sito www.stefanobenvenuti.com e contattami.

Crea il tuo account Kartra passando dal mio link per avere il mio supporto, paghi 1$ e provi il programma per 14 giorni.

https://simsol.krtra.com/t/xybNkuOFiXZa

Se vuoi avere aiuto nel farlo, contattami su stefanobenvenuti.com o cercami su Facebook nella pagina kartra-italia

La pagina da cui scaricare la guida per creare contenuti che convertono:
https://www.stefanobenvenuti.com/contenuti

Dove accedere al corso di Kartra Italiano:
https://www.stefanobenvenuti.com/home

Il gruppo su Facebook dove do assistenza a chi vuole supporto su Kartra
https://www.facebook.com/groups/gruppokartraitalia

Se crei in modo costante contenuti e vuoi automatizzarne la conversione, posso aiutarti utilizzando Kartra, il programma di Marketing Automation che uso io per primo.

Contattami al sito stefanobenvenuti.com per capire come iniziare ad usare Kartra nel tuo lavoro

Ciao e a presto!

Lead Generation: come creare una lista contatti

Lead Generation: come creare una lista contatti

Lead Generation: come creare una lista contatti

Lead Generation, cioè come creare una lista di contatti.

Questo articolo è dedicato a chi vuole imparare a creare una lista contatti, profilata a cui rivolgersi per inviare offerte commerciali e iniziare velocemente a vendere.

Secondo gli americani, “the power is in the list”

Più grande e popolata è la tua lista contatti, maggiore è il volume dei tuoi affari.

Per cui senza usare termini troppo tecnici ti voglio spiegare come creare una lista di contatti che saranno la tua base di dati per raggiungere i tuoi obiettivi.

Che tu voglia vendere un prodotto, un corso o un servizio o una consulenza hai sempre bisogno di una lista di contatti a cui proporre l’acquisto.

Qualsiasi idea o strategia, anche la più efficace ed efficiente è inutile se non ha un pubblico a cui rivolgersi, per cui agire per creare una lista di contatti è l’attività che sta alla base del successo di ogni azienda.

Ma come creare una lista di contatti?

Offrendo un motivo per lasciare i propri dati, e il motivo deve essere specifico ed utile. Avere i dati dei contatti ha un prezzo che viene pagato con il valore del contenuto che offrirai.

Che sia un pdf, un ebook, un video o una consulenza o quello che sia, è quello il motivo per cui un contatto fino a quel momento sconosciuto si palesa e ti offre il proprio nome la propria email e la disponibilità a ricevere le tue comunicazioni.

Il mio suggerimento per generare una buona lista di contatti è di non affidarsi ad un canale solo.

Il problema che tu risolvi può essere visto da più angolazioni, e creare più contenuti per risolvere un problema è necessario, soprattutto all’inizio, quando vogliamo attirare l’attenzione di un pubblico che non ci conosce.

Il trucco è nella trasformazione

Inoltre lo stesso contenuto, pdf o ebook ti suggerisco di trasformarlo in diversi modi.

Un testo scritto se letto diventa un podcast audio, se ti registri mentre lo leggi e assonnì delle slide con il testo, diventa un video.

Ogni contenuto di valore, trasformato in modi diversi moltiplica esponenzialmente la tua capacità di creare una lista contatti.

Questa è una delle strategie che approfondiremo durante il webinar gratuito RISULTATI X3 di martedì 31 maggio alle 11.00.

Iscriviti per partecipare

Io sono Stefano Benvenuti e sono un Kartra Expert e Affiliato Kartra, se vuoi realizzare il tuo progetto digitale visita il sito www.stefanobenvenuti.com e contattami.

Crea il tuo account Kartra passando dal mio link per avere il mio supporto, paghi 1$ e provi il programma per 14 giorni.

https://simsol.krtra.com/t/xybNkuOFiXZa

Se vuoi avere aiuto nel farlo, contattami su stefanobenvenuti.com o cercami su Facebook nella pagina kartra-italia

La pagina da cui scaricare la guida per creare contenuti che convertono:
https://www.stefanobenvenuti.com/contenuti

Dove accedere al corso di Kartra Italiano:
https://www.stefanobenvenuti.com/home

Il gruppo su Facebook dove do assistenza a chi vuole supporto su Kartra
https://www.facebook.com/groups/gruppokartraitalia

Se crei in modo costante contenuti e vuoi automatizzarne la conversione, posso aiutarti utilizzando Kartra, il programma di Marketing Automation che uso io per primo.

Contattami al sito stefanobenvenuti.com per capire come iniziare ad usare Kartra nel tuo lavoro

Ciao e a presto!

Conversioni come in un domino

Conversioni come in un domino

Conversioni come in un domino

Conversioni come tessere cadute di un domino.

Per convertire un contatto a fare una specifica azione bisogna creare tutte le condizioni per cui l’azione che desideri sia una logica conseguenza.

Come una tesserina di un domino che non può evitare di cadere se spinta. 

Chiaramente se non viene spinta resta li verticale in piedi, con un equilibrio precario.

Gli scenari sono tre:

  • resta in piedi ferma in attesa di uno stimolo

  • cade in avanti se spinta da dietro

  • cade indietro se spinta da davanti

Per convertire un contatto a compiere una azione devi arrivare ad avere la tesserino in piedi ferma, e devi spingerla nella giusta direzione.

Magari c’è chi pensa che dato che altri lo fanno, allora è facile farlo.

Non è facile, anzi è davvero molto difficile.

Non esiste una regola uguale per tutti e non esiste un metodo infallibile.

Chi dice che è semplice, o ha sempre avuto un gran culo o dice bugie.

E’ vero che esistono una serie di condizioni che facilitano la conversione e Robert Cialdini le ha studiate e le continua a migliorare anno dopo anno, ma nel nostro gioco del domino noi dobbiamo capire come divertirci senza dover tirare in ballo mille studi scientifici.

Certo che se vuoi approfondire, dai un occhio a Teorie e Pratica della Persuasione di Robert Cialdini.

Nel nostro gioco del domino il mio consiglio è quello di ragionare per “passi successivi”.

Come in corteggiamento

Ok lo so uso tante metafore, ma è il mio cervello che salva le informazioni in questo modo ed io non posso farci nulla. Le cose me le ricordo solo se faccio così.

Se corteggi chi ti piace, non parti in quarta e gli proponi di andare a letto insieme, ma ti avvicini, cerchi un gancio per rompere il ghiaccio e presentarti.

Inizi una frequentazione, cerchi di capire se l’interesse è ricambiato e poi provi ad entrare in intimità con un bacio, da li i tempi variano in base all’interesse e alla disponibilità all’intimità.

Potresti restare fermo in quella casella per settimane o arrivare all’obiettivo in un paio di sere.

Torniamo al domino

Prova ad immaginare che ogni volta che una pedina cambia direzione hai completato una azione e ne inizi una nuova, quindi hai raggiunto una conversione e continui nel percorso per arrivare alla conquista.

Queste metafore per ricordarti e sottolineare che come nel domino per raggiungere una conversione, intesa come raggiungere un obbiettivo commerciale, devi prevedere molte sotto conversioni.

Le micro-conversioni

Senza scendere nel micro dettaglio per cui ogni tessera del dominio è una conversione, possiamo pensare però ad ogni email come una tessera e quando le pedine cambiano direzione parte una nuova sequenza che deve chiuderti con una nuova azione.

In Kartra le conversioni sono gestite con le sequenze.

Iniziare email, tracciare i click, le visite ad una pagina fino ad un acquisto vero e proprio, è tutto sotto il controllo delle sequenze e delle automazioni.

Se vuoi gestire al meglio le conversioni e le tesserino del tuo domino

Partecipa alla sfida Triplica Te Stesso che ho organizzato e che ti aiuterà a comprendere come sviluppare il tuo percorso e come triplicare le conversioni con le automazioni

Io sono Stefano Benvenuti e sono un Kartra Expert e Affiliato Kartra, se vuoi realizzare il tuo progetto digitale visita il sito www.stefanobenvenuti.com e contattami.

Crea il tuo account Kartra passando dal mio link per avere il mio supporto, paghi 1$ e provi il programma per 14 giorni.

https://simsol.krtra.com/t/xybNkuOFiXZa

Se vuoi avere aiuto nel farlo, contattami su stefanobenvenuti.com o cercami su Facebook nella pagina kartra-italia

La pagina da cui scaricare la guida per creare contenuti che convertono:
https://www.stefanobenvenuti.com/contenuti

Dove accedere al corso di Kartra Italiano:
https://www.stefanobenvenuti.com/home

Il gruppo su Facebook dove do assistenza a chi vuole supporto su Kartra
https://www.facebook.com/groups/gruppokartraitalia

Se crei in modo costante contenuti e vuoi automatizzarne la conversione, posso aiutarti utilizzando Kartra, il programma di Marketing Automation che uso io per primo.

Contattami al sito stefanobenvenuti.com per capire come iniziare ad usare Kartra nel tuo lavoro

Ciao e a presto!

Il controllo che conta: le notifiche automatiche

Il controllo che conta: le notifiche automatiche

Il controllo che conta: le notifiche automatiche

Le notifiche automatiche sono capaci di farti raddoppiare le vendite e se non le usi sei incosciente

Dedico questo articolo a tutti quegli imprenditori che scrivono email alle proprie liste, a tutti i professionisti che creano funnel o che desiderano creare una relazione digitale con il proprio pubblico.

Parlo di tutte quelle situazioni dove il contatto personale non avviene sempre, ma solo in alcune fasi o a volte mai.

Pensiamo ad un’attività che presenta i propri servizi o prodotti e che ha una newsletter periodica magari legata al proprio Ecommerce, o ad un professionista che risolve problemi e che invia email per aggiornare il pubblico sulle novità del settore e che cerca di vendere consulenze o ad un infomarketer che costruisce una relazione con la propria lista per vendere i propri corsi di formazione online e così via.

Tutti scenari in cui un emittente scrive una mail che ha come scopo quello di farsi leggere e ispirare una azione successiva che porti ad avvicinare azienda e contatto e magari anche un acquisto diretto.

Bene in questo scenario c’è un aspetto che conta davvero e che se mi leggi significa che anche tu non hai ancora sviluppato a sufficienza.

Parlo del controllo della reazione.

La reazione del destinatario!

In uno scenario senza controllo potrebbero verificarsi due situazioni:
Positivo, in cui il contatto dopo aver ricevuto l’email o la serie di email, compie l’azione richiesta
Negativo in cui il contatto dopo aver ricevuto l’email o la serie di email non compie l’azione richiesta

Ma entrambi gli scenari sono postumi, cioè avvengono dopo che la strategia è stata realizzata.
Se invece ci fosse stata un controllo della reazione del contatto DURANTE la strategie, con le notifiche automatiche, si sarebbe potuto creare un terzo scenario in cui a metà, o all’inizio o in un punto a piacere durante la strategia di comunicazione doveva avvenire un controllo.

Il controllo della reazione del contatto con le notifiche automatiche, per verificare se:
• le email vengono aperte
• i link sono cliccati
• le pagine sono visitate
• il carrello viene aperto
• o qualunque sia l’azione di conversione desiderata

Fino a che la barca va

Fino a che i nostri contatto fanno quello che ci serve, bene, il piano procede bene, ma se non aprono la mail, non si comportano come pensavamo che avrebbero fatto, allora è il caso di REAGIRE!

Questo il è controllo che conta davvero, quello più utile, quello che ci fa vendere di più ed è tutto collegato alle notifiche automatiche.
Questo è il momento in cui dimostriamo di adattare la nostra strategia al mercato e non attendere l’opposto.

Se non adattiamo la strategia al mercato, significa che usiamo il paraocchi e non leggiamo i segnali che il pubblico ci invia.

Anche non compiere le azioni significa comunicare, e nel caso si comunica il disinteresse.

Magari potresti essere una di quelle persone che pensa che troppi controlli rallentano l’esecuzione del tuo processo di nutrimento, vendita o formazione, ma in realtà è fondamentale leggere i segnali esterni per evitare di ritrovarsi con un pugno di mosche.
Come è facile immaginare è bene partire da controlli semplici con azioni semplici, come ad esempio, se invii una serie di email ad un contatto e questo non ne apre nessuna i problemi potrebbero essere tanti:
• email errata
• email non controllata
• mancato interesse del contatto
• email che vanno in spam

Quindi se noi puntiamo sulla nostra strategia per creare fatturato, il fatto che una persona non legge le nostre email rischia di far saltare qualsiasi piano.
Avere un sistema automatico come Kartra che ti permette di controllare se una email è letta o meno allora diventa fondamentale per REAGIRE in modo tempestivo.

Le azioni che io consiglio in questo caso sono tre:
1. Automatizza il rinvio della stessa mail con un soggetto diverso ad un orario diverso e da un mittente diverso
2. Usa gli sms invece delle email per comunicare con il contatto
3. Se hai il cellulare e ne vale la pensa valuta se chiamare direttamente il contatto

Preoccuparsene o Fregarsene

Certo inserire i controlli nella tua strategia di automazione significa anche inserire delle attività a volte gestite da una persona e non da un programma, ma questo significa anche correggere eventuali errori, migliorare le conversioni soprattutto quelle commerciali e ottimizzare la strategia per il futuro.

Controllare e reagire è alla base dell’ottimizzazione.
In Kartra questa funzione è nativa ed avviene tramite le Notifiche.

Durante il webinar RISULTATI X3 ti mostro come fare e per questo ti invito a partecipare lasciando i tuoi dati oggi stesso.

Io sono Stefano Benvenuti e sono un Kartra Expert e Affiliato Kartra, se vuoi realizzare il tuo progetto digitale visita il sito www.stefanobenvenuti.com e contattami.

Crea il tuo account Kartra passando dal mio link per avere il mio supporto, paghi 1$ e provi il programma per 14 giorni.

https://simsol.krtra.com/t/xybNkuOFiXZa

Se vuoi avere aiuto nel farlo, contattami su stefanobenvenuti.com o cercami su Facebook nella pagina kartra-italia

La pagina da cui scaricare la guida per creare contenuti che convertono:
https://www.stefanobenvenuti.com/contenuti

Dove accedere al corso di Kartra Italiano:
https://www.stefanobenvenuti.com/home

Il gruppo su Facebook dove do assistenza a chi vuole supporto su Kartra
https://www.facebook.com/groups/gruppokartraitalia

Se crei in modo costante contenuti e vuoi automatizzarne la conversione, posso aiutarti utilizzando Kartra, il programma di Marketing Automation che uso io per primo.

Contattami al sito stefanobenvenuti.com per capire come iniziare ad usare Kartra nel tuo lavoro

Ciao e a presto!