Conosci il pubblico

Conosci il pubblico

Conosci il pubblico

Conosci il tuo pubblico?

Se solo sapessi cosa vogliono i miei contatti, i miei clienti…

Te lo sei mai domandato? Io spesso!

Alla fine però ho trovato il modo di recuperare la risposta.  Per me funziona e penso che funzioni per tutti, e scrivo questo articolo proprio per descrivertelo e spiegarti il metodo che uso per capire il bisogno dei miei contatti, prima di scambiare anche una singola parola.

Di certo puoi immaginare quanto questa situazione mi faciliti nel lavoro.

Pensa cosa cambia in ogni trattativa, telefonata o semplice email che scrivi se conosci in anticipo la reale esigenza della persona con cui stai interagendo, prima che tu abbia scambiato una singola parola con lui o lei.

Super poteri? NO

Io uso quiz e sondaggi

Certo ora tu starai pensando che se una persona risponde ad un sondaggio o a un quiz, in realtà te lo sta dicendo cosa vuole. Beh si, hai ragione, ma il vantaggio principale che sono riuscito ad automatizzare tutto il processo per cui domando e ricevo risposta. Perché mentre il mio tempo non è automatizzabile, un sondaggio o un quiz si.

Per cui usando sondaggi e quiz io riesco a conoscere cosa vuole una persona prima di iniziare a parlarci. Scopro che problema vive o come vorrebbe cambiare il proprio lavoro o la propria vita in modo automatico. Mi piace molto la parola automatico e a te?

Ad esempio uso i sondaggi prima di parlare con qualcuno di sconosciuto che mi chiede una call. Gli scenari che si creano sono tutti utili. Ti faccio degli esempi concreti.

Premetto che ho impostato la possibilità di fissare una call con gli sconosciuto non prima di 3 giorni da quando la richiedono, e se leggi capirai il perché:

  1. Mi chiedono una call, ricevono una mail di conferma e una richiesta di compilare un sondaggio in cui faccio domande aperte per conoscere che problema hanno e in che modo hanno cercato di risolverlo fino ad ora. Il contatto risponde al mio sondaggio e durante la call gli do l’aiuto che cercava e dopo di che decide di iniziare una consulenza a pagamento con me. (Scenario 10 e lode)
  2. Qualcuno va sul mio sito, mi chiede una call, ma non risponde al sondaggio, io lo sollecito con una mail automatica, in casi eccezionali anche con un sms, ma non ricevo risposta, allora annullo l’appuntamento e libero il mio tempo. (Scenario 10 e lode perché anche se non ho raggiunto il mio scopo ho evitato di perdere tempo con chi è fuori target)

In entrambi i casi sia che io abbia ricevuto le risposte alle mie domande o non le abbia ricevute, ho sempre un vantaggio. Il sondaggio in questo caso è prezioso perché ha il potere di qualificare e squalificare.

Qualificare perché mi fa conoscere le risposte alle mie domande prima che io mi sieda davanti al pc per una call o ancora meglio che vada di persona ad un appuntamento, a maggior ragione anche squalificare un contatto che mi chiede un appuntamento ma non trova il tempo per rispondere alle mie domande è qualcuno con cui non ho voglia di interagire. Perché mi costringerebbe a rifare le stesse domande di persona quando rispondendo al sondaggio avrei avuto modo di prepararmi e di andare più velocemente e con maggiore preparazione a risolvere i suoi eventuali problemi.

Conosci il pubblico?

Gli strumenti che Kartra offre per conoscere il pubblico principalmente sono due:

  • Quiz e
  • Sondaggi

Sono entrambi preziosi perché costituiscono un asset prezioso per un’azienda che vuole automatizzare il proprio business. Non entro nel dettaglio di come funzionano perché per quello ti invito a controllare i tutorial che ho creato al riguardo nel Corso di Kartra, ma ci tengo ad evidenziare le differenze e come queste usate in modo appropriato ne aumentano ancora di più il valore.

I sondaggi e quiz possono avere domande a risposte multiple, o risposta binaria (si o no) una risposta con scala da 1 a 5 o fino a 10 e molto ancora.

Le macro differenze sono:

  1. I sondaggi possono avere domande con risposte testuali aperte, i quiz no
  2. I quiz hanno sempre domande giuste e sbagliate, i sondaggi no
  3. I sondaggi hanno domande obbligatorie e facoltative, nei quiz tutte le domande sono obbligatorie
  4. I quiz premiano automaticamente chi supera in modo positivo le domande, nei sondaggi no

Detto questo le strategia applicabili sono tante e gli usi ancora di più.

Un quiz dopo un corso, un sondaggio di apprezzamento per un servizio ricevuto, un sondaggio per chi non ha comprato, un quiz per passare da un livello al successivo di un corso e molto ancora.

La prima regola di vendita che ho imparato

La prima regola commerciale che mi è stata insegnata è:

Chi Domanda Comanda

 

L’hai mai sentita? Io si e pensando ancora a come capire il pubblico, a maggior ragione penso che usare i sondaggi e i quiz che trovi in kartra è la migliore scelta che puoi fare

Scopri come usare i quiz e i sondaggi durante la sfida per Triplicare Te Stesso

 

 

 

Io sono Stefano Benvenuti e sono un Kartra Expert e Affiliato Kartra, se vuoi realizzare il tuo progetto digitale visita il sito www.stefanobenvenuti.com e contattami.

Crea il tuo account Kartra passando dal mio link per avere il mio supporto, paghi 1$ e provi il programma per 14 giorni.

https://simsol.krtra.com/t/xybNkuOFiXZa

Se vuoi avere aiuto nel farlo, contattami su stefanobenvenuti.com o cercami su Facebook nella pagina kartra-italia

La pagina da cui scaricare la guida per creare contenuti che convertono:
https://www.stefanobenvenuti.com/contenuti

Dove accedere al corso di Kartra Italiano:
https://www.stefanobenvenuti.com/home

Il gruppo su Facebook dove do assistenza a chi vuole supporto su Kartra
https://www.facebook.com/groups/gruppokartraitalia

Se crei in modo costante contenuti e vuoi automatizzarne la conversione, posso aiutarti utilizzando Kartra, il programma di Marketing Automation che uso io per primo.

Contattami al sito stefanobenvenuti.com per capire come iniziare ad usare Kartra nel tuo lavoro

Ciao e a presto!

Vendere Contenuti: Alessio Beltrami

Vendere Contenuti: Alessio Beltrami

Vendere Contenuti: Alessio Beltrami

Vendere contenuti è fondamentale

Che tu sia un imprenditore, un manager o un artigiano qualsiasi capacità, conoscenza o super potere tu abbia, se non lo comunichi nessuno lo saprà.

Se non crei contenuti nessuno ti pagherà mai, se non comunichi non esisti.

Non esagero scrivendo (e pensando) quello che hai appena letto.

Dal 2017 ad oggi ho il piacere e l’onore di seguire e studiare quello che Alessio Beltrami crea e distribuisce. Mi sono avvicinato ai suoi contenuti attraverso il podcast, poi i libri e poi nella sua academy.

Dal 2021 ho il piacere di seguirlo e supportarlo nella automazione delle sue strategia attraverso Kartra.

Di seguito riporto la sua testimonianza e poco più in basso puoi leggere la trascrizione di quello che ha detto.

Quello che più mi piace nell’ascoltare le sue parole è che si capisce che il valore aggiunto non è nel supporto tecnico che certo è rilevante, ma nella capacità di sbloccare quelle situazioni, quei progetti che altrimenti resterebbero senza vedere mai la luce.

Ascolta quello che ha da dirti Alessio Beltrami. 

 

Sono Alessio Beltrami il fondatore del metodo di scrittura efficace Riscrivi e ormai da diversi anni mi occupo di formazione.

Che per me significa registrare video, andare in aula, tenere lezioni online e offline, pubblicare libri, registrare podcast. 

Come accade per tantissimi altri formatori il problema della produzione di contenuti non mi ha mai toccato. Nel senso che ho un archivio veramente gigantesco e da questo punto di vista. 

Il problema si è posto nel momento in cui ho voluto rendere riscrivi, il mio metodo di scrittura, fruibile attraverso un corso. 

Perché qua mi sono scontrato con un’altra realtà, che non ha a che vedere con le mie competenze con il mio lavoro e qui sicuramente l’apporto di Stefano e soprattutto il consiglio, la guida che ho avuto nell’utilizzo di Kartra è stato decisivo per il successo che poi ha avuto anche in termini economici, vendendo Riscrivi come prodotto, come corso online.

Perché è quello che è successo, è che mi sono scontrato per la prima volta con delle altre dinamiche che non erano più mettere le persone in aula o portare la persona a vedere una live e cose di questo genere, ma fare si che tutto il materiale che io avevo a disposizione, materiale didattico e anche la sua presentazione commerciale fossero funzionali a fare sì che poi questo prodotto potesse essere venduto, anche con diversi privilegi di accesso. 

Vendere una versione base è una versione premium e tutte questioni che entravano nel tecnico, ma non erano puramente degli aspetti tecnici, erano degli aspetti strategici.

Per far fruttare al massimo tutto quello che era il mio lavoro accumulato negli anni, e in particolare il lavoro che che avevo fatto con Riscrivi

Quindi la mia soddisfazione è totale.

Ma devo dire che senza il supporto di Stefano, senza la guida di Stefano, per capire come utilizzare kartra, che è una macchina meravigliosa ma ovviamente bisogna comprenderne anche le dinamiche le funzionalità.

Senza tutto questo, io avrei e tutto il mio materiale è tantissimo know how tantissima conoscenza che però non avrebbe trovato l’opportunità di trasformarsi in qualcosa di commercialmente vendibile.

Come poi invece è successo con Riscrivi e con altri prodotti che ho curato su Kartra sempre grazie a Stefano.

Quindi il la mia testimonianza è di piena soddisfazione ed è anche una testimonianza di consapevolezza, siamo sempre forti di quella che è la nostra conoscenza di quelle che sono le nostre competenze, ma nel momento in cui ci troviamo a giocare una partita in un altro campo, in questo caso nel campo di un software che rende vendibile tutta la nostra proprietà intellettuale in forma di corsi e contenuti e quanto altro, in questo caso abbiamo due possibilità o ci accorgiamo che abbiamo dei limiti e che ci facciamo aiutare e a me è andata bene, oppure ci facciamo del male perché da soli i contenuti da soli i video, le lezioni o qualsiasi scoperta rivoluzionaria non si traducono in automatico in clienti.

Quindi grazie stefano e sono pienamente soddisfatto di tutto lavoro abbiamo fatto assieme

Se il tuo obiettivo è conoscere per poi applicare la tua strategia per automatizzare la vendita dei tuoi contenuti, iscriviti alla sfida per Triplicare Te Stesso 

 

Cosa é un Funnel (spiegato semplice)

Cosa é un Funnel (spiegato semplice)

Cosa é un Funnel (spiegato semplice)

Cosa é un Funnel (spiegato semplice)

Se non lo sai spiegare in modo semplice probabilmente non lo hai capito davvero.

Leggi fino in fondo questo articolo se ti interessa chiarire le idee su cosa sia un funnel!

Lo hai mai sentito dire? Io penso sia vero, e se ti sei mai trovato a parlare con qualcuno che non riusciva a spiegare qualcosa e fartela capire, per quanto difficile fosse l’argomento; forse stavi parlando con qualcuno che non era completamente proprietario della materia che voleva spiegare a te.

Fatta questa doverosa premessa spero di non sputtanarmi e riuscire a spiegarti cosa è un funnel, spiegandolo in modo semplice.

Funnel è una parola inglese che significa Imbuto, perché vuole rappresentare con una immagine il percorso in cui un contatto viene inserito fino ad arrivare dall’altra parte dell’imbuto che è la vendita.

Cioè se un contatto (sconosciuto) entra in un funnel, si vuole intendere che nelle aspettative dell’azienda, ne uscirà solo quando diventa cliente.

Lo scenario spiegato così sarebbe eccellente e interessante per tutti, ma in realtà per la mia esperienza la rappresentazione più azzeccata di un “funnel” è un flipper. Riprendo questo concetto dopo aver letto un articolo scritto da Francesco Sordi. 

Sta a di fatto che quando una persona sconosciuta entra in contatto con la tua attività e con entra in contatto intendo dire che ti lascia i dati per ricevere una informazione, o si iscrive ad un tuo contenuto. Sta di fatto che quando tu sei nella condizione di poterlo contattare direttamente con una email, il processo che lo trasformerà in cliente è un po diverso di quello di un imbuto.

Forse potremmo dire più correttamente che sono una serie di imbuti.

In un funnel vengono inviati una serie di input, contenuti, email, video o stimoli che hanno lo scopo di spingere il contatto sempre più avanti o più a fondo ( visto che parliamo di imbuto) fino ad avvicinarlo al momento dell’acquisto.

Premetto che se non hai un funnel stai perdendo molti soldi

Si perché anche una strategia poco evoluta è sempre meglio di niente. Che tu abbia in mente una pianificazione di email, pagine e contenuti che vogliono coinvolgere i tuoi contatti per fargli compiere attività complesse o che tu voglia inviare una serie di email alla tua lista per informarli dei saldi in negozi. In entrambi i casi fai bene a farlo!

Un funnel in realtà implica diversi stadi di evoluzione della strategia. Questo comporta che ogni fase è lo sviluppo della fase precedente. Per questo io preferisco descrivere il funnel come un flipper e non come un imbuto.

Nel flipper ci sono gli special e in funzione di dove rimbalza la pallina le direzioni possono essere numerose. Non è detto che il tuo contatto possa fare una cosa sola. Soprattutto oggi dove le esperienze dei nostri contatti sono sia reali che digitali. Sia nel web esplicito che nel dark web dove non è possibile tracciare nulla,.

Ti faccio un esempio per essere certo che tu comprenda:

Mettiamo che tu voglia presentare un nuovo servizio e stai ideando una campagna di comunicazione con la tua lista di contatti a cui scrivi una serie di email per invogliarli a visitare una pagina e chiedere una prova di un servizio.

In un mondo perfetto su crei le email, le spedisci, parte di queste email vengono aperte e lette e parte generano anche un click verso il tuo sito e una piccola parte anche una richiesta di prova del servizio.

Nel mondo reale, una piccola parte si comporta come atteso, una parte però ad esempio controlla su google cosa si dice del servizio che proponi e controlla a che prezzo è venduto. Mettiamo che qualcuno invece di aprire la pagina condivide il link su whatsapp o telegram con altre persone.

In questo nuovo scenario, solo una parte dei tuoi contatti si sono comportati come atteso e sono “scivolati” nell’imbuto. La maggior parte è rimbalzata su qualche special che ha sparato il contatto lontano da dove tu possa vederlo o controllarlo.

Per cui oggi parlare di funnel è diverso rispetto a 5 anni fa o anche solo 3 anni fa.

Oggi parlare di funnel significa creare una strategia di contenuti digitali e reali che spingono e comunicano lo stesso messaggio in differenti contesti ma verso sempre la stessa direzione dove tu possa avere la capacità di controllare ciò che accade.

C’è un mondo da scoprire dietro ai funnel e se vuoi saperne di più non perdere la sfica per triplicare te stesso con le automazioni

Scopri come usare gli appuntamenti automatici durante la sfida per Triplicare Te Stesso

Io sono Stefano Benvenuti e sono un Kartra Expert e Affiliato Kartra, se vuoi realizzare il tuo progetto digitale visita il sito www.stefanobenvenuti.com e contattami.

Crea il tuo account Kartra passando dal mio link per avere il mio supporto, paghi 1$ e provi il programma per 14 giorni.

https://simsol.krtra.com/t/xybNkuOFiXZa

Se vuoi avere aiuto nel farlo, contattami su stefanobenvenuti.com o cercami su Facebook nella pagina kartra-italia

La pagina da cui scaricare la guida per creare contenuti che convertono:
https://www.stefanobenvenuti.com/contenuti

Dove accedere al corso di Kartra Italiano:
https://www.stefanobenvenuti.com/home

Il gruppo su Facebook dove do assistenza a chi vuole supporto su Kartra
https://www.facebook.com/groups/gruppokartraitalia

 

Se crei in modo costante contenuti e vuoi automatizzarne la conversione, posso aiutarti utilizzando Kartra, il programma di Marketing Automation che uso io per primo.

Contattami al sito stefanobenvenuti.com per capire come iniziare ad usare Kartra nel tuo lavoro

Ascoltami e decidi tu se ti serve o meno un programma di automazione marketing.

Se ti è piaciuto continua ad ascoltarmi.

Consiglia questa puntata se pensi che possa essere utile a qualcuno. Io per ora ti ringrazio.

Ciao e a presto! 

 

Prendi appuntamenti in automatico

Prendi appuntamenti in automatico

Prendi appuntamenti in automatico

Lavora meglio: Prendi gli Appuntamenti in Automatico

Come prendere appuntamenti in automatico?
Come qualificare il proprio pubblico?

Queste due attività sono collegate tra loro e quando sono automatizzate in modo corretto il risparmio di tempo è notevole. Pensa a quante telefonate in meno, quanti scambi di email che eviti.

Ma non solo, i vantaggi riguardano anche:

  • meno seccature su come riuscire a mettersi d’accordo, soprattutto se l’incontro è con più di due persone;
  • avere un processo che funziona a ogni ora del giorno e senza nessun intervento manuale
  • gestione dei promemoria per evitare che gli appuntamenti vengano dimenticati
  • registrazioni di informazioni importanti che permettono di aiutare in modo approfondito le persone coinvolte

Tutto bello ma come fare?

Con Kartra, si parte dalla gestione dell’agenda e si identifica la parte del tuo pubblico che è interessata a comprare i tuoi servizi/prodotti.

Ti consiglio di collegare kartra con google calendar perché in questo modo sarai sempre in grado di evitare che vita lavorativa e vita privata si sovrappongano.

Per evitare la sovrapposizione di impegni, é sufficiente occupare gli orari in cui anche se sei a lavoro non vuoi essere disponibile per appuntamenti e il gioco è fatto, o se hai semplicemente altri impegni.

Crea un calendario a questo punto, definendo quanto vuoi far durare l’appuntamento, mezz’ora, un ora o dieci minuti. Essendo appuntamenti automatici devi essere tu a predisporre la durata e poi il tuo cliente deciderà quando occupare il tuo tempo.

Tempo che può essere occupato gratuitamente o a pagamento.

Gratuitamente, il cliente sceglie l’orario, lascia i dati e tu ricevi una notifica che ti informa e puoi decidere di approvare o rifiutare l’appuntamento.

A pagamento, il cliente sceglie l’orario, 

Una volta preso l’appuntamento è necessario decidere come qualificare il contatto. In realtà, la qualificazione può intervenire almeno in due momenti:

  • prima di un appuntamento per avere uno scenario più completo o
  • dopo un appuntamento per avere un riscontro sull’esperienza vissuta.

Per qualificare di certo lo strumento migliore che abbiamo a disposizione è il sondaggio, che ci permette di conoscere le preferenze del contatto o le sue problematiche e di fare partire la sequenza giusta per il contatto giusto. In modo che questa vada a rispondere e soddisfare proprio le esigenze di un utente che ha fatto delle richieste esplicite rispondendo alle nostre domande.

C’è un mondo da scoprire dietro agli appuntamenti, sia che si tratti di incontri gratuiti sia consulenze a pagamento.

Scopri come usare gli appuntamenti automatici durante la sfida per Triplicare Te Stesso

Io sono Stefano Benvenuti e sono un Kartra Expert e Affiliato Kartra, se vuoi realizzare il tuo progetto digitale visita il sito www.stefanobenvenuti.com e contattami.

Crea il tuo account Kartra passando dal mio link per avere il mio supporto, paghi 1$ e provi il programma per 14 giorni.

https://simsol.krtra.com/t/xybNkuOFiXZa

Se vuoi avere aiuto nel farlo, contattami su stefanobenvenuti.com o cercami su Facebook nella pagina kartra-italia

La pagina da cui scaricare la guida per creare contenuti che convertono:
https://www.stefanobenvenuti.com/contenuti

Dove accedere al corso di Kartra Italiano:
https://www.stefanobenvenuti.com/home

Il gruppo su Facebook dove do assistenza a chi vuole supporto su Kartra
https://www.facebook.com/groups/gruppokartraitalia

 

Se crei in modo costante contenuti e vuoi automatizzarne la conversione, posso aiutarti utilizzando Kartra, il programma di Marketing Automation che uso io per primo.

Contattami al sito stefanobenvenuti.com per capire come iniziare ad usare Kartra nel tuo lavoro

Ascoltami e decidi tu se ti serve o meno un programma di automazione marketing.

Se ti è piaciuto continua ad ascoltarmi.

Consiglia questa puntata se pensi che possa essere utile a qualcuno. Io per ora ti ringrazio.

Ciao e a presto! 

 

Un’Azienda Automatizzata: la testimonianza di Cristina Benerecetti di Aerosal

Un’Azienda Automatizzata: la testimonianza di Cristina Benerecetti di Aerosal

Un’Azienda Automatizzata: la testimonianza di Cristina Benerecetti di Aerosal

Cosa significa avere un’Azienda Automatizzata

Oggi voglio mostrarti un esempio di Azienda Automatizzata e per questo ho il piacere di condividere l’esempio di Cristina Benerecetti, imprenditrice e ideatrice del progetto Aerosal, l’unico dispositivo medico per la terapia del sale che porta i benefici del mare a casa tua.

Nel corso del tempo Cristina ha sviluppato la sua rete fino ad aprire circa cento cliniche del Sale Aerosal e lei stessa ha intrapreso un percorso formativo che l’ha portata verso la digitalizzazione.

Ha attraversato quello che lei stessa definisce Far West digitale vivendo una serie di esperienze – negative e positive – che l’hanno aiutata a migliorare.

Le era stato consigliare di usare Kartra per le sue caratteristiche adatte a creare un’azienda automatizzata. Oggi dopo un percorso di apprendimento è in grado di usare Kartra per creare landing page e per gestire il sito web. Queste funzioni abbinate alle automazioni le consentono di far crescere la sua attività.

Di seguito inserisco il video della sua intervista.

L’intervista di Cristina Benerecetti di Aerosal

Come è arrivata ad Automatizzare la sua Azienda

Cristina è partita da una analisi del suo attuale processo di lavoro per comprendere i diversi processi che aveva in atto. Solo avendo la consapevolezza dei processi già esistenti si riesce ad Automatizzare e Digitalizzare il proprio lavoro.

Tutto questo nonostante la complessità dei processi che lei e il suo team devono gestire: dal supporto continuo da garantire ai vari centri alle informazioni da dare a chi è interessato ai percorsi terapeutici.

È molto interessante conoscere il percorso di Cristina perché è l’esempio perfetto di persona che è riuscita a triplicarsi grazie alle automazioni.

Percorso che passa attraverso l’utilizzo di Kartra, la pratica e i risultati ottenuti.

Anche tu puoi fare come Cristina, liberandoti dall’operatività e mettendo a lavorare le automazioni al posto tuo per questo ti invito a partecipare alla mia prossima sfida in cui ti insegno a Triplicare Te Stesso con le Automazioni

La Video Testimonianza di Cristina Benerecetti

Io sono Stefano Benvenuti e sono un Kartra Expert e Affiliato Kartra, se vuoi realizzare il tuo progetto digitale visita il sito www.stefanobenvenuti.com e contattami.

Crea il tuo account Kartra passando dal mio link per avere il mio supporto, paghi 1$ e provi il programma per 14 giorni.

https://simsol.krtra.com/t/xybNkuOFiXZa

Se vuoi avere aiuto nel farlo, contattami su stefanobenvenuti.com o cercami su Facebook nella pagina kartra-italia

La pagina da cui scaricare la guida per creare contenuti che convertono:
https://www.stefanobenvenuti.com/contenuti

Dove accedere al corso di Kartra Italiano:
https://www.stefanobenvenuti.com/home

Il gruppo su Facebook dove do assistenza a chi vuole supporto su Kartra
https://www.facebook.com/groups/gruppokartraitalia

 

Se crei in modo costante contenuti e vuoi automatizzarne la conversione, posso aiutarti utilizzando Kartra, il programma di Marketing Automation che uso io per primo.

Contattami al sito stefanobenvenuti.com per capire come iniziare ad usare Kartra nel tuo lavoro

Ascoltami e decidi tu se ti serve o meno un programma di automazione marketing.

Se ti è piaciuto continua ad ascoltarmi.

Consiglia questa puntata se pensi che possa essere utile a qualcuno. Io per ora ti ringrazio.

Ciao e a presto!